Ascoltate Josè Saramago intervistato da Serena Dandini

venerdì 26 giugno 2009

Ventiduesima giornata mondiale contro la droga

Un secolo di repressione non è bastato: a cent'anni dalle prime misure contro l'uso di stupefacenti è arrivato il momento di ragionare sulle possibili alternative. Lo chiede in modo aperto l'Ufficio dell'Onu su droga e crimine, ponendo l'accento, per la prima volta da quando è stato fondato, sulla necessità di modificare l'approccio al problema.

Serve "meno impegno della polizia con gli utenti, più sforzo con i trafficanti", si legge nella prefazione firmata dal direttore Antonio Maria Costa.

Secondo Costa, la soluzione è elementare: "Più controllo sul crimine, ma senza diminuire i controlli sulla droga".

Poche righe più avanti si ribadisce l'esigenza della "tutela della salute dei tossicodipendenti", insistendo sulla necessità di combattere il traffico, invece che reprimere il consumo.
Fonte : la Repubblica.it


Statistiche raccolte da Libera (rete nazionale anti-mafia) informano che con un “fatturato” di 130 miliardi di euro l’anno Mafia S.p.a. è l’unica “azienda italiana” che non paga la crisi e che il 50% dei suoi utili provengono esclusivamente dal traffico di cocaina e altre droghe. Un mercato in continua espansione oggi maggiormente redditizio rispetto alle voci più tradizionali: tangenti, appalti, usura, racket, mercato di armi, rifiuti tossici, ecc...





Il network Torino Sistema Solare, in collaborazione con Libera, ha realizzato il videoclip “Mafia S.p.a.” che avete appena visto. Il video descrive il macromeccanismo innescato dall’acquisto di un grammo di Cocaina.

Visita il sito: www.torinosistemasolare.it

.

6 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Condivido l'ONU; manca totalmente una guerra vera ai trafficanti ed agli spacciatori aggiungerei io.

Ricordo alcune pagine di Saviano tratte da Gomorra sul come testano la cocaina per vedere se é stata davvero tagliata bene o meno.

Riportare qui quelle pagine é lungo ma posso dare le "coordinate" per leggere quel passo: da pag.82 infra ("Solo dopo aver letto questo scambio di commenti telefonici... ecc) fino a pag.85 (...."ma piuttosto due topi che percorrono la stessa fogna e si tirano per la coda").

Leggetele sono 'istruttive" oltre che drammatiche e ben scritte. E sono realtà.

Tua madre Ornella ha detto...

Rosa tesoro,
un grande abbraccio
Ornella

Tua madre Ornella ha detto...

Buona notte Rosa
Un abbraccio e un bacio
Ornella

Tina ha detto...

Argomento spinoso Rosa, le opinioni sul tema sono discordanti, si passa da un'estremo all'altro (liberalizzazione totale o inasprimento delle pene per chi finisce nel giro della tossicodipendenza), su questo tema sono drastica e poco democratica, diciamo che se avessi la facolta' di trovarmi davanti un importatore o piu' di devastazione, gli farei provare il prodotto per capire qual'e' la dose letale.
Buona giornata amica mia.

Tua madre Ornella ha detto...

Passo per abbracciarti!!
Un bacio
Ornella

Rosa ha detto...

@Daniele Verzetti il Rockpoeta: Ti assicuro che leggere Saviano fa certamente effetto ma, vedere i "Visitors" dalla propria finestra
(come capita spesso a me) è molto più drammatico.
Le cavie sono tutti giovani, età compresa tra i 18 e i 35 e come scrive Saviano :E' solo un ennesimo disperato su cui nessuno farà indagini...Quì solo: OVERDOSE

@Tina:Carissima,nessuno ha la soluzione in tasca, men che meno io.
Però ti assicuro che a rimetterci le penne sono solo i poveri cristi.
Prima li emarginano e poi li uccidono tanto nessuno ne chiederà conto, non sono MAI ESISTITI.