Ascoltate Josè Saramago intervistato da Serena Dandini

sabato 13 giugno 2009

Agrigento: Agenti in borghese aggrediscono extracomunitari, poco prima che iniziasse la manifestazione contro i respingimenti

Vi riporto quanto è accaduto ad Agrigento durante la manifestazione di adesione alla campagna nazionale, indetta da Fortress Europe, contro i respingimenti dei clandestini attuata dal governo italiano.
L' articolo è di Vincenzo Campo ,le fotografie sono state scattate da Tano Siracusa.

“Tutto pare assolutamente normale; è un pomeriggio di giugno, già estate, con le sue consuete lentezze e sonnolenze.

Armeggiamo intorno a una pedana e guardiamo il tecnico che combatte con cavi, fili, spine, prese, amplificatori… quello che servirà, fra poco, alla nostra manifestazione contro la cosiddetta linea dura del governo nei confronti degli immigrati, contro i respingimenti in mare, contro la consegna degli sventurati che tentano di venire qui al colonnello Gheddafi e ai suoi torturatori.

Poco più avanti i “vucumprà” con la loro mercanzia fatta delle solite cianfrusaglie: cinture , borsette, occhiali da sole, braccialetti, occhiali per presbiti… loro sono là, come sempre, davanti alle loro cose, pronti a mercanteggiare per spuntare il prezzo migliore intanto che chiacchierano e ridono.

Tutto secondo la norma
Poi d’un tratto la normalità finisce e la flemma delle inconsapevoli comparse d’uno spettacolo assolutamente inatteso e decisamente fuori luogo s’interrompe e si fa attenzione stupita a quello che accade; tutto s’arresta e gli sguardi si rivolgono verso i neri rivenditori di cianfrusaglie, mentre il normale brusio delle chiacchiere di ognuno vie sopraffatto dal rumore d’un’azione repentina e inattesa.
Lo spettacolo comincia d’improvviso e ci mostra un’aggressione in piena regola su quegli sventurati colpevoli di vendere cianfrusaglie, ma senza la licenza e forse pure senza il permesso di soggiorno… delinquenti neri, extracomunitari, da respingere subito, senza por tempo in mezzo, proprio in quel momento,giusto mezz'ora prima che cominciasse la manifestazione contro i respingimenti.



Lo spettacolo è magnifico e d’un realismo incredibile: è la forza dell’autorità che si scatena sugli ultimi: una decina di uomini all’apparenza normali, bianchi, vestiti come noi, con gli abiti informali d’un ordinario pomeriggio d’estate, si avventano sui neri… non si capisce che accade…. La gente è preoccupata e sbigottita… i neri scappano, tentano di scappare, lasciando sul marciapiede la loro impresa abusiva, la loro piccola-grande ricchezza fatta di quelle quattro cose.
Ne acchiappano uno, forse altri due o tre più avanti ma non si vede, lo tengono in due e se lo portano…. a terra un paio di sandali lasciati da qualcuno in fuga, e
padre Gaspare, il missionario comboniano principale organizzatore della manifestazione che da lì a poco si svolgerà, che protesta a voce alta, grida il suo sdegno a quelli che sapremo dopo essere carabinieri, giustamente indignato e forse anche forte dell’abito che porta:
“Se arrestate lui dovete arrestare anche me
", urla.



Ci spostiamo dall’altra parte dei giardini, al comando dei carabinieri, e padre Gaspare entra e parla coi militari; Tano Siracusa viene identificato e invitato a rimanere lì, ma s’allontana spiegando che se non è sottoposto a un fermo può andare dove vuole.

Arrivano notizie contraddittorie: dicono, i militari, di non aver saputo della manifestazione, pur comunicata al questore e perciò consentita, dicono di avere eseguito non meglio precisati ordini superiori, di aver coordinato l’operazione con la polizia di stato, che la loro azione è necessitata dalle continue denunce dei commercianti regolari contro gli abusivi neri e forse clandestini…

Ce ne andiamo e torniamo alla nostra manifestazione; naturalmente, a parte quella decina di extracomunitari che è venuta lì con noi, non se ne vede uno di quelli che abitualmente stanno lì a Porta di ponte, a discorrere o a vendere braccialetti di perline infilate; naturalmente la paura ha avuto la meglio sul diritto e la ragione; ancora una volta, naturalmente, al presunto pericolo nero, all’incalcolabile danno che l’abusivismo del commercio di cianfrusaglie fa a quello regolare dei bei negozi della via Atenea, abbiamo saputo contrapporre la forza dell’autorità, i muscoli della legalità formale.

Quella stessa che non sappiamo o non vogliamo esercitare nei confronti degli autori palesi delle grandi frodi, dei brogli, degli scandali nazionali.

Giustizia è stata fatta: quel disgraziato è rimasto in caserma e ha lasciato sulla strada la ricchezza del suo piccolo commercio; sarà rilasciato e se non è regolare rimpatriato e il segnale è stato dato a chi ha la pretesa di solidarizzare coi neri, cogli arabi, coi berberi, coi magrebini irregolari e abusivi”.

(Vincenzo Campo)





Vi ricordo che dal 10 al 20 giugno : si svolgeranno 93 eventi in 57 città italiane, per dire no ai respingimenti.


LA LISTA COMPLETA DEGLI EVENTI IN PROGRAMMA




10 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Io ho paura della deriva di questo Paese, mi vergogno di vivere in un Italia che mostra i muscoli verso i più deboli, verso gli stranieri che vengono qui e con molta umiltà fanno dei lavori bestiali.

La guerra tra poveri e cominciata da molto tempo, e non mi meraviglio che partiti xenofobi coma la lega stravincono.

Gheddafi e Berlusconi fanno un alleanza che mi ricorda il triste patto di ferro...

stella ha detto...

Ora divisa...come in altri tempi...sempre più dura!
Buona domenica Rosa!

upupa ha detto...

Quello che mi preoccupa è questo triste stato di xenofobia e razzismo del nostro paese....i nostri governanti con le loro leggi non fanno altro che alimentare tutto ciò...e non si rendono conto di scatenare un odio ingiustificato contro queste persone che non cercano altro che una vita migliore..un sogno da realizzare!
E'decisamente irrazionale il comportamento sia del governo che delle forze dell'ordine che si trincerano sempre dietro gli ordini ricevuti...gli ordini....molte volte la loro violenza va oltre gli ordini!
Questo è inaccettabile!
sempre vigili

Rosa ha detto...

@l'incarcerato:Paura condivisa, soprattutto se penso che questi loschi individui trovano tanti consensi anche tra quelli che il governo stesso sfrutta e discrimina :((

@stella: Mi auguro che, prima che sia troppo tardi la gente si svegli da questo sonno letargico

@upupa:Le forze dell'ordine si trincerano SEMPRE dietro gli ordini ricevuti, mai secondo coscienza.
La stragrande maggioranza di persone (che conosco personalmente)
si arruola solo per menare. Tutta gente violenta e ciò basta per capire tante cose.

Tua madre Ornella ha detto...

Cara Rosa,
la deriva di questo Paese è iniziata tempo fa... ed ora ne cominciamo a scorgere segnali molto duri e preoccupanti...
Quanto sono brutte e tristi queste cose...hai sentito la notizia di oggi al TG della Guardia Nazionale Italiana (circa 2000 persone) nel nord sembra indagati x apologia al fascismo?? Loro sostengono che stanno "solo" organizzandosi per le ronde ... con stemmi chiaramenti inneggianti al Fascio... C'è davvero da preoccuparsi... Questo è un segnale chiaro che manca la mente storica ..
Ti abbraccio
Ornella

Anna ha detto...

Mi sono sempre sentita, incondizionatamente, dalla parte degli ultimi. Ora sono ultima anche io, e capisco ancora di più quanto sia duro ed ingiusto.
Scusami Rosa se esco fuori argomento, ma volevo ringraziarti con tutto il cuore per l'affetto e la disponibilità che mi riservi. Te ne sono molto grata.
Mi piacerebbe scriverti in privato. Se mi mandi una mail o un sms con il tuo indirizzo,lo farò.

tina948 ha detto...

Se a noi siciliani fanno un esame del cromosoma originario, trovano il nero, l'arabo, il berbero, l'etiope, il francese, il tunisino, il greco e via di seguito, fino a raggiungere le 13 stirpi che hanno colonizzato la Tricria, ci daranno un foglio di via e per essere sicuri di rimandarci al paese di origine ci tagliano a spezzatino?
Non la vogliono capire che il moto ondoso non lo si puo' bloccare? Se il mondo rapinasse meno l'africa non scapperebbero.
Ma quanto deve durare questa barbarie?
Ps
Ti ho linkata da me, spero non ti spiaccia.
Tina

Guernica ha detto...

Non ho parole Rosa!
Ma mi chiedo come mai la forza sia utilizzata sempre verso i deboli e non per dare una bella strigliata a chi lo merita per davvero?

Rosa ha detto...

@Ornella: Si purtroppo!
Avevo letto un articolo pubblicato su peace reporter, la scorsa settimana,precisamente questo.
Mi è venuta la nausea!

Sai come ha commentato, la notizia dell'indagine disposta dalla Procura di Milano sulle ronde nere, Maurizio Monti vicepresidente della 'Guardia nazionale italiana?
"La Guardia nazionale italiana e' una onlus regolarmente registrata, come prescrive la legge e non crediamo ci possa essere alcun tipo di reato. Noi andiamo avanti, a meno che i tribunali ci dimostrano che abbiamo commesso dei reati. E' giusto che la magistratura indaghi, ma l'importante e' che lo faccia con senso di giustizia".
L'apologia del fascismo è un reato quindi...che cosa aspettano a sbatterli al fresco, questi bravi ragazzi ?

@Anna: Non ringraziarmi ti prego...ti abbraccio forte forte.

@Tina948: Hai detto bene: Se il mondo rapinasse meno l'africa non scapperebbero.
Avorio, oro, gomma, diamanti, petrolio, legno pregiato, uranio, coltan,attirano le grandi multinazionali che spogliano il sottosuolo devastando l'ambiente,
Le conseguenze sono note: la povertà estrema della popolazione.
Ogni mese 79.500 bambini muoiono prima di aver raggiunto i cinque anni per mancanza di acqua potabile (le multinazionali del petrolio,inquinano i terreni e
le falde acquifere), di cure sanitarie e di cibo .
E' una vita che sento parlare di sfruttamenti...:((
P.S.Grazie per il link!

@Guernica: Perchè sono vigliacchi!

Anonimo ha detto...

tina948 speriamo!!!