Ascoltate Josè Saramago intervistato da Serena Dandini

mercoledì 24 giugno 2009

Niki Aprile Gatti, chiede giustizia e verità

"...Il giorno 24 giugno 2008 alle ore 13,15 mi arriva una telefonata sul cellulare, e ripeto CELLULARE con tono freddo mi dice: lei è la mamma di Aprile Gatti Niki?
ed io : Si - e la voce metallica: è il carcere di Sollicciano, una brutta notizia, suo figlio si e' SUICIDATO..."
(Ornella Gemini, madre di Niki)


365 giorni fa, Niki Aprile Gatti veniva "probabilmente" ucciso nel carcere di Sollicciano.

Se il Presidente della Repubblia Giogio Napolitano intervenisse, come gli è stato chiesto, con una lettera, da tantissime persone, potremmo sapere quale mano ha "aiutato" Niki a lasciare prematuramente questa terra




Caldo com'ero nel tuo alvo

Mi attacco alle tue reni

Madre mia. Io sono

Il tuo frutto e a te ritorno

Ogni notte e nell'ora della morte.

Dormiremo come una volta,

Le mie piante premute

Contro il tuo cuore.

(Leonardo Sinisgalli)



9 commenti:

upupa ha detto...

Cara Rosa io.per Niki, ho fatto un post senza parole....speriamo in una vera giustizia...

stella ha detto...

Rosa...

calendula ha detto...

bellissime parole bellissime foto... storia orribile e di un ingiustizia che spezza il cuore..

Guernica ha detto...

Oggi mi riesce difficile vivere in pace cara Rosa...

l'incarcerato ha detto...

Cara Rosa, ce ne fossero di gente come te...il mondo sarebbe sicuramente diverso.

Grazie per la tua vicinanza. Io non demordo e aiuterò,con il tuo sostegno e di tanti altri, a ricercare la verità. Quella non imposta con forza assassina.

Forse gli anarchici hanno visto giusto da sempre: lo Stato andrebbe abolito.

"un uomo da solo fa meno paura di tanti uomini organizzati"

De Andrè

Tina ha detto...

E' dal dicembre 1968 che i delitti di Stato rimangono impuniti.
Noi possiamo solo essere solidali con la madre di Niki, purtroppo.
Un bacio Rosa.

Tua madre Ornella ha detto...

Grazie Rosa,
grazie davvero tanto!!
Ieri nella disperazione piu' nera mi venivi in mente e pensavo: esistono gli assassini, ma esistono anche persone come Rosa...
Ti voglio tanto bene
Ornella

l'incarcerato ha detto...

Non è vero Tina, io non bisogna solo rimanere solidali. Bisogna agire!

Tina ha detto...

@ Incarcerato

Se mi dici come (riferendomi al caso di Niki) ci sono.