Ascoltate Josè Saramago intervistato da Serena Dandini

giovedì 2 ottobre 2008

Colpiscono me per colpire tutti quelli che si battono per la casa

Di solito lo notificano agli amici dei boss, a quelli che fanno puzza di mafia. Lo chiamano "avviso orale". Ma l'altro giorno, negli uffici di un commissariato, l'ispettore di turno l'ha recapitato a un rompiscatole: un sindacalista della Cgil. L'ha convocato e gli ha fatto firmare un verbale ai sensi dell'articolo 4 della legge numero 1423 del '56. E' quella sul confino di polizia. Se in futuro non si comporterà bene, il sindacalista rischierà di diventare anche lui un sorvegliato speciale.
Leggi la notizia su la Repubblica.it

*************************************************************************************
Venerdì scorso ho ricevuto un provvedimento dalla questura riservato ai "soggetti considerati socialmente pericolosi". Un provvedimento emenato in base ad una legge del 1956, peraltro sempre applicata solo verso soggetti della criminalità.
Questa legge consente al Questore, per i prossimi tre anni di deferirmi al tribunale per le misure di prevenzione. Il quale può comminarmi misure come la sorveglianza speciale o addirittura il confino. Comunque gravi restrizioni della libertà personale, come si può facilmente immaginare.
La causa esplicita di questi provvedimenti è il mio ruolo importante in questa battaglia che da oltre dieci anni stiamo portando avanti a Palermo sulla questione abitativa. C'è stata in questo periodo una recrudescenza della attività del Comune e della questura contro il movimento che si è occupato e che si occupa della emergenza abitativa che a Palermo è un problema grave, che tocca la vita di migliaia di cittadini. E questo provvedimento vuole essere una intimidazione nei confronti di tutti quelli che si occupano di questa questione.
Certo fa specie un provvedimento così pesante, quasi a significare che l'emergenza della legalità a Palermo è generata da chi si occupa di tutelare i diritti dei suoi cittadini.
Questa recrudescenza c'è per diversi motivi: primo tra tutti la crisi fortissima della giunta comunale. Che proprio sulla questione casa è in difficoltà, in questi giorni, grazie ad un ordine del giorno che è stato presentato da uno schieramento che attraversa maggioranza e opposizione. E che recepisce molte delle indicazioni che il movimento che si occupa della questione abitativa a Palermo ha dato. La questione della casa sta dando un colpo di grazia ad una giunta che è in difficoltà enormi sia di bilancio che di consenso. Il dissesto finanziario è enorme, e il consenso della giunta è calato moltissimo. Per fare un esempio: hanno chiuso la Ztl del centro. E adesso dovrebbero restituire ai cittadini i soldi verati per i pass, ma nessuno li vede.
Poi c'è una denuncia, un esposto alla procura, fatto da noi, sul mancato utilizzo dei beni confiscati alla mafia, anche quelli per fini abitatiti. Una battaglia che a suo tempo avevamo vinto. Ma l'amministrazione comunale da un anno fa ostruzionismo per evitare che i beni sequestrati vengano utilizzati per fini sociali e per l'emergenza abitativa. Per questo abbiamo fatto l'esposto.
A questo aggiungiamo il fatto che da qualche tempo a Palermo si sta delineando una grossa operazione di trasformazione urbana, con investimenti speculativi di miliardi di euro sul centro storico e sul fronte a mare.

Questi sono i fattori che spiegano l'accanimento nei confronti miei e attraverso di me sul movimento che si occupa dell'emergenza abitativa a Palermo.
E io vorrei usare la mia vicenda proprio per rafforzarlo, il movimento. Vorrei che tutti gli attestati di solidarietà che ho ricevuto, tanti e significativi, che vanno dai parlamentari nazionali ai religiosi, servissero a coprire le spalle di tutti quelli che lavorano per risolvere l'emergenza abitativa a Palermo.
(Pietro Milazzo)


Firma l'appello per Pietro Milazzo su peacereporter

4 commenti:

mau/C ha detto...

ci mancherebbe altro: volo dagli amici di peacereporter (che hanno anche pubblicato il mondo di vesna) a firmare!

Ros@ ha detto...

Grazie Maurizio!

calendula / trattalia ha detto...

sono entrata nel tuo blog ed è stato uno sciok continuo.. alcune le sapevo.. altre no.... quest'ultima non la sapevo come no sapevo quella del portiere del Milan... purtroppo sapevo quella del ragazzo ghanese, e non so se hai sentito dell'altro signore senegalese picchiato stamattina...non continuo perchè sto ricominciando a piangere e sono così tutto il giorno... complimenti per il blog..
Calendula

Ros@ ha detto...

Dedicata a te calendula/trattalia

Il treno della pace si fa sentire più forte
Avanza, Treno della Pace
Portami a casa
Dai, Treno della Pace
Il Treno della Pace è partito
Ero felice di recente
Al pensiero di tutto ciò che di buono arriverà
E lo credo possible
Un giorno arriverà di sicuro
Ho sorriso di recente
Sognando un mondo unito
E lo credo possible
Un giorno lo sarà di sicuro
Verrà il giorno
Vieni a riportarmi a casa
Mmmm, vieni, treno della pace
Verrà il giorno
Forza, treno della pace
Mmm, vieni a riportarmi a casa
Oh, il treno della pace si fa sentire più forte
Avanza, treno della pace
Forza, treno della pace
Portami a casa, portami a casa...
Già, ai margini dell'oscurità
Avanza un treno della pace
Oh, treno della pace, vieni in questo paese
Vieni a portarmi a casa
Ho sorriso di recente
Sognando un mondo unito
E lo credo possible
Un giorno lo sarà di sicuro

Un giorno arriverà
Vieni a riportarmi a casa
Mmmm, dai, treno della pace
Un giorno arriverà
Dai, treno della pace
Mmm, vieni a riportarmi a casa
Un giorno verrà
Un giorno verrà
Un giorno -un giorno
Un giorno o l'altro arriverà
Ho pianto di recente
Al pensiero di com'è ridotto il mondo
Perché continuare ad odiarci?
Perché non possiamo vivere in perfetta felicità
Portami a casa, portami a casa...
Il treno della pace si fa sentire più forte
Avanza, Treno della Pace
Forza, treno della pace
Un giorno arriverà
a riportarmi a casa...
( PEACE TRAIN - Cat Stevens http://it.youtube.com/watch?v=7sjSHazjrWg )