Ascoltate Josè Saramago intervistato da Serena Dandini

domenica 8 novembre 2009

Ipocrisia e ingiustizia

Oggi come ieri, ipocrisia, ipocrisia, ipocrisia...





CARA MAESTRA


Cara maestra,

un giorno m'insegnavi

che a questo mondo noi

noi siamo tutti uguali.

Ma quando entrava in classe il direttore

tu ci facevi alzare tutti in piedi,

e quando entrava in classe il bidello

ci permettevi di restar seduti.


Mio buon curato,

dicevi che la chiesa

è la casa dei poveri,

della povera gente.

Però hai rivestito la tua chiesa

di tende d'oro e marmi colorati:

come può adesso un povero che entra

sentirsi come fosse a casa sua?


Egregio sindaco,

m' hanno detto che un giorno

tu gridavi alla gente

"vincere o morire".

Ora vorrei sapere come mai

vinto non hai, eppure non sei morto,

e al posto tuo è morta tanta gente

che non voleva né vincere né morire?



A proposito di ipocrisia e ingiustizia vi invito a leggere questo articolo- denuncia scritto e pubblicato dal gruppo EveryOne.

L'articolo denuncia gravissimi episodi di razzismo nei confronti di romanì a Pesaro, città amministrata da una coalizione di sinistra

4 commenti:

stella ha detto...

Noi...siamo tutti uguali.
Riguarda.

Rosa ha detto...

Perdonami stella, ma non riesco a capire il tuo commento.
Puoi gentilmente essere più chiara?

Rosa ha detto...

Da qualche giorno, non riesco ad entrare in nessun blog.
Non posso leggervi ne tantomeno lasciare commenti.
Grazie per la vostra pazienza!

Tina ha detto...

E dov'è scritto che dobbiamo venire a leggere quello che posti al solo scopo di essere ricambiati?
Ci passo quasi tutti i giorni e prima che rientrassi anche due volte per avere notizie tue, ora ci passo per il gusto, questa di Tenco non la conoscevo e ti ringrazio per averla pubblicata.
Mi basta sapere che ci sei, il resto amica mia, è solo un contorno, quindi non scusarti, leggere i blog degli altri e lasciare commenti non è una cura salvavita.
Un abbraccio Rosa.