Ascoltate Josè Saramago intervistato da Serena Dandini

giovedì 15 aprile 2010

‘Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi‘


Un film di animazione dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino della durata di 26 minuti, dal titolo"Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi", andra’ in onda su Raitre prima dell’estate in coincidenza con l’anniversario degli attentati in cui i due giudici siciliani, impegnati nella lotta alla mafia, persero la vita.

Il film di animazione, coprodotto da Rai Fiction e Larcadarte in collaborazione con la Regione Siciliana, è distribuito nel mondo da Rai Trade, ha l’obiettivo di insegnare e ricordare ai bambini i valori di dignita’ e coraggio che i due magistrati hanno testimoniato nella loro vita.

La drammatica vicenda dei due giudici uccisi dalla mafia è raccontata attraverso due bambini che nella Palermo degli anni Cinquanta lottano contro un mago malvagio che trasforma gli uomini in pezzi di legno, con lo scopo di poterli manovrare come un ‘puparo’.

''L'idea ci e' venuta dopo aver letto di una inchiesta condotta tra i bambini delle scuole che non sapevano chi erano Falcone e Borsellino'', dice Alessandra Viola che ha firmato la sceneggiatura insieme a Rosalba Vitellaro (che ha anche diretto il cartone animato) e Valentina Mazzola, mentre la direzione artistica e' di Enrico Paolantonio. ''Abbiamo cercato una metafora che facesse capire come lottando contro la mafia si vince sempre. Andando invece dallo stregone, metafora di Cosa Nostra, si diventa progressivamente di legno e si perde la liberta'.




Le famiglie Falcone e Borsellino sono state coinvolte nella fase di realizzazione del progetto''. Tra i doppiatori del cartone animato ci sono Leo Gullotta e Donatella Finocchiaro, mentre Giovanni e Paolo sono doppiati rispettivamente da Barbara Pittotti e Mattia Nissolino.

Tra le attivita' parallele collegate al cartoon e che avranno luogo in Sicilia nel corso del 2010, ci sono anche un concorso a fumetti dedicato alle scuole medie (gia' bandito nel mese di febbraio) e la realizzazione di un kit sulla legalita' che verra' distribuito in 1.500 scuole, per giocare in classe approfondendo temi di attualita' e di educazione civica.

Se la gioventù le negherà il consenso, anche l'onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo.
Paolo Borsellino

2 commenti:

stella ha detto...

Molto utile ed interessante per catturare l'interesse e l'attenzione dei ragazzi... sul grave problema della mafia.

Rosa ha detto...

Hai notato la frase conclusiva del post?
Non sono parole mie bensì di Paolo Borsellino,che condivido pienamente :
" Se la gioventù le negherà il consenso, anche l'onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo."
I grandi oramai sono compromessi, mentre i ragazzi hanno tutto il tempo per salvarsi e non ripetere gli stessi sbagli della generazione che li ha preceduti